Comunicato Stampa ELITE

ELITE Basket Bond: al via la prima emissione obbligazionaria di sistema promossa da ELITE in partnership con Banca Finint

  • ELITE Basket Bond coinvolge 10 società ELITE per un ammontare complessivo di €122 milioni
  • Banca Finint è strutturatore (attraverso la controllata FISG) e collocatore del basket bond
  • Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e Cassa Depositi e Prestiti (CDP) sono Lead Investor dell’Operazione
  • ELITE è la piattaforma internazionale di Borsa Italiana – LSEG, nata nel 2012 in collaborazione con Confindustria e con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che supporta la crescita e la raccolta di capitali delle imprese ad alto potenziale
  • 700 società da 27 Paesi fanno oggi parte della community in continua crescita di ELITE

Al via oggi il primo ELITE Basket Bond, un’operazione di emissione contestuale di obbligazioni di durata decennale che coinvolge 10 società ELITE italiane: si tratta della prima transazione finanziaria di sistema, che valorizza un insieme selezionato di imprese di qualità che rappresentano il tessuto economico del Paese.

ELITE, la piattaforma internazionale di Borsa Italiana – LSEG, nata nel 2012 in collaborazione con Confindustria, e Banca Finint hanno sviluppato una soluzione “basket” finalizzata a supportare la crescita delle società che fanno parte del programma ELITE.

Lo strumento, fortemente innovativo, è rappresentato dall’emissione di titoli garantiti dalle obbligazioni emesse da società ELITE con identiche caratteristiche in termini di durata e tasso, ma con ammontare differente. Le obbligazioni sono state interamente sottoscritte da uno Special Purpose Vehicle (SPV) che ha emesso un'unica tipologia di titoli di ammontare pari alla somma dei singoli strumenti. I titoli beneficiano inoltre di una garanzia fornita in forma mutualistica dalle stesse società emittenti (credit enhancement). Gli emittenti utilizzeranno i proventi dell’emissione per sostenere investimenti volti alla crescita della propria attività.

I titoli dello Special Purpose Vehicle sono stati offerti ad una platea di investitori istituzionali attraverso ELITE Club Deal, la piattaforma di private placement dedicata alle società ELITE, aperta a strumenti di debito, equity e convertibile.

L’operazione vede coinvolte 10 società ELITE: Damiano, Irritec, L. Molteni & C. dei F.lli Alitti, M.E.P. Macchine Elettroniche Piegatrici, Objectway Group, Officine Metallurgiche G. Cornaglia, Peuterey, Radio Dimensione Suono, Svas Biosana e Tecnocap.

I principali investitori dell’operazione sono la Banca Europea degli Investimenti (BEI) e Cassa Depositi e Prestiti (CDP) che hanno svolto un processo di due diligence e sottoscritto rispettivamente il 50% e il 33% dell’ammontare complessivo dell’obbligazione emessa dallo Special Purpose Vehicle . All’operazione hanno inoltre aderito una serie di altri investitori professionali fra cui Banca IFIS e Zenit SGR.

L’operazione è stata seguita da Grimaldi Studio Legale come legale degli emittenti e Studio Legale RCC come legale dell’operazione.

Luca Peyrano, Amministratore Delegato di ELITE ha commentato:
“Questa operazione rappresenta una grande innovazione nel panorama degli strumenti alternativi di finanziamento a disposizione delle aziende italiane, offrendo accesso al mercato dei capitali in modo efficiente e contribuendo ad abbassare il costo del capitale per le aziende in sintonia con la missione di ELITE.
ELITE Basket Bond valorizza  le eccellenze del tessuto imprenditoriale italiano rappresentate in ELITE a conferma della loro qualità anche alla prova dei mercati internazionali dei capitali.
ELITE Basket Bond è la prima transazione finanziaria di “sistema”, dedicata a un pool selezionato di imprese italiane di qualità e sono certo che diverrà un modello di riferimento per altri Paesi.”

Secondo Enrico Marchi, Presidente di Banca FININT: 
“ELITE Basket Bond conferma l’impegno e la capacità di Banca Finint di fare innovazione finanziaria al fine di sostenere lo sviluppo delle imprese e dell’economia reale. L’operazione è ulteriore conferma, dopo l’esperienza Viveracqua Hydrobond, che le società italiane private e pubbliche possono raggiungere grandi risultati in forma sistemica, molto spesso a dispetto delle loro dimensioni medio/piccole che non sempre rappresentano un efficace biglietto da visita nella raccolta di capitali di debito con scadenze lunghe e costi contenuti come quelli garantiti da operazioni di questo tipo”.
 

Milena Messori, Capodivisione della Banca Europea per gli investimenti (BEI), ha dichiarato:
“La BEI è orgogliosa di poter fornire un nuovo strumento finanziario alle piccole e medie imprese italiane e di contribuire a ridurre un gap strutturale tra domanda e offerta nell’accesso al mercato dei capitali. Questa operazione rappresenta un cambiamento importante da parte della Banca dell’Unione Europea che, anche grazie al Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici, offre sempre più strumenti alternativi alle tradizionali forme di intermediazione bancaria. ELITE Basket Bond ha permesso di testare un nuovo strumento di finanziamento che prevediamo di poter replicare in altri mercati europei.” 
    

Antonella Baldino, Chief Business Officer di CDP:
“Con l’investimento in ELITE ci siamo dati l’obiettivo di promuovere la crescita dell’alternative financing in Italia per sviluppare tra le PMI nazionali una cultura del mercato dei capitali. Oggi raggiungiamo un primo importante risultato: insieme alla BEI, nell’ambito del ‘Piano Juncker’, abbiamo sviluppato uno strumento di investimento innovativo e complementare ai canali tradizionali, che consentirà alle società coinvolte di coprire il fabbisogno finanziario di medio-lungo termine”.